ABUSIVISMO EDILIZIO

Parte Seconda 


“ECRASEZ L’INFAME”

Nullus in orbe polis Baulis praelucet “abusis”. Così direbbe Orazio, oggi, se fosse vivo. E sì, è proprio il caso di dirlo. Forse dovremmo anche aggiornare un po’ i nostri cari libri di storia. Esempio: Romolo Augustolo è stato l’ultimo imperatore romano e fu esiliato nella Villa di Lucullo, la cui ubicazione molti storici affermano di essere a Capo Miseno. Infatti qui, a giudicare dalle numerose ville “imperiali” moderne abusive, non deve essersi fermata la stirpe imperiale ed i relativi proprietari vi hanno costruito per “Diritto d’Imperio”.

Ecco che a partire dal 1960 a Capo Miseno regnano “le ultime vere famiglie imperiali”: i Longobardi ed i Lucci.

C’era una volta una città chiamata Bacoli che….

  • Anno 1957: un Decreto Ministeriale inserisce Bacoli tra le maggiori bellezze della Campania, soggetta quindi alla speciale protezione delle precedenti Leggi n° 1089 e 1497 del 1939

  • Anno 1971: il Ministero dei Lavori Pubblici, in una nota inviata al Comune di Bacoli il 21/1/71, contesta 9 piani di lottizzazioni “illegittimamente”autorizzati da codesto Comune e chiede di riesaminarli al fine di disporre la sospensione dei lavori in corso: 290 costruzioni eseguite in difformità delle relative licenze edilizie; 9 costruzioni eseguite in violazione della legge n° 765 del 1967; 54 costruzioni abusive: non hanno osservato l’ordine di sospensione lavori emesso dal Comune Bacoli; 9 costruzioni realizzate in difformità del parere espresso dalla Soprintendenza ai Monumenti; 6 costruzioni sono state realizzate senza licenza edilizia;

  •  Anno 1995: dai documenti del Comune di Bacoli risultano 600 le costruzioni da abbattere e 2400 le domande di sanatoria edilizia: abbattimenti eseguiti: 5!

  • Anno 1995: la Sezione Flegrea del WWF, in un esposto inviato alla Procura di Napoli ai Carabinieri di Pozzuoli, alla Stazione della Forestale di Pozzuoli e al Sindaco di Bacoli, Denuncia la costruzione di un megaparcheggio nel già abusivo complesso turistico denominato EDELWEISS, in località Fusaro (Bacoli), ubicato sulla sponda del Lago Fusaro! Risposta del Comandante dei Vigili Urbani: i lavori sono fermi come da comunicazione di reato redatto in data 17/5/1995. Forse i lavori erano fermi per dare il tempo al proprietario di progettare un megaparcheggio non in stile italiano bensì in stile Hollywoodiano quale è oggi!

  • Anno 1996 : in un dossier della Sezione Flegrea del WWF risulta che a partire dal 1990 al 1995 la stessa Sezione ha inoltrato agli organi competenti 47 denunce per abusi edilizi nel territorio di Bacoli;

  • Anno 2000: alcuni cittadini di Miseno denunciano la costruzione di un parcheggio in via Faro, in un’area di rilevante interesse archeologico. E così si scopre che i Vigili Urbani possono rilasciare “autorizzazioni” provvisorie per la creazione di parcheggi, in barba alle leggi vigenti di tutela ambientale e culturale!

J’ACCUSE:

  • i Sindaci del Comune di Bacoli dal 1960 ad oggi per aver permesso che si commettessero gli scempi su indicati e di non avere portato avanti un politica di recupero ambientale e di non aver avuto il coraggio di reprimere i grandi abusi edilizi;

  • i Vigili Urbani del Comune di Bacoli di non aver effettuato una dovuta sorveglianza sul territorio;

  • i giudici preposti ad emettere provvedimenti giudiziari nei confronti di speculatori edilizi e politici inadempienti.

[Questo mondo, teatro di vani orgogli e misfatti,
 
brulica di ebeti infermi, che parlan di felicità...]
VOLTAIRE

Francesco Scarpato

 Torna indietro

 

home page