L’Enciclopedia illustrata degli invertebrati marini


Recensione di: Fabrizio Pirrello


Spesso le presentazioni di trattati scientifici sono rivolte ad un pubblico di esperti e studiosi e pertanto poco consultabili da parte di un non addetto ai lavori.
In questo caso ci troviamo invece ad introdurre un’opera a carattere divulgativo che si rivolge ad una platea di utenti costituita da amanti del mondo sommerso desiderosi di approfondire la propria conoscenza sul Mediterraneo.
Gli autori sono nomi noti nel settore dell’editoria specializzata per aver firmato diverse pubblicazioni anche se con approccio diverso:
• Prof. Francesco Costa, stimato biologo di Messina
• Francesco Turano, eccellente fotografo subacqueo di Reggio Calabria

L’Enciclopedia illustrata degli invertebrati marini è il primo ed unico volume scritto ed illustrato in tutta Europa sugli animali marini invertebrati, pubblicato dalla Arbitrio Editori di Scilla (Reggio Calabria).
L’opera è il risultato del ventennale impegno nella ricerca, nello studio e nella catalogazione delle diverse specie marine. Un risultato reso possibile da una sinergia che si è dimostrata vincente: competenza scientifica del Prof. Costa e ricerca e documentazione fotografica delle specie del Turano.

E’ proprio di questi giorni la comunicazione dell’ottimo piazzamento nell’ambito di un prestigioso Premio Internazionale ad Antibes, in Francia: “miglior libro di divulgazione naturalistica sul mondo sommerso”. Il libro, infatti, concorre con i finalisti all’aggiudicazione dell’ambito riconoscimento.

La stesura della monografia è stata preceduta da un lavoro di identificazione e catalogazione di una molteplice varietà di specie di invertebrati marini, che vanno dalle spugne ai vermi, dai crostacei ai molluschi, per finire poi ai tunicati, precursori dei vertebrati.

Le ricerche si sono concentrate principalmente nelle mitiche acque dello Stretto di Messina, che racchiudono l’80% circa delle specie del mar Mediterraneo.
Lo Stretto è un paradiso per gli zoologi – ha sottolineato il prof. Costa – è una fonte inesauribile di specie autoctone e non solo. Infatti, essendo nel baricentro del Mediterraneo, è un punto d’incontro di organismi “lessepsiani”, cioè originari dell’Oceano Atlantico, del Mar Rosso, e perfino del Pacifico, che arrivano attraverso lo Stretto di Gibilterra o il Canale di Suez e trovano nelle nostre acque le condizioni adatte per riprodursi.

L’Enciclopedia non è opera riservata ad esperti ma rappresenta un testo di immediata consultazione, diretto a chiunque abbia voglia di conoscere il mare.
A corredare i testi 650 straordinarie fotografie, realizzate avvalendosi di speciali attrezzature, e completate dalla descrizione delle caratteristiche morfologiche delle specie raffigurate e dalle cosiddette note ecologiche, indicazioni relative al periodo ed alle condizioni di ritrovamento.

L’opera ha un costo di € 45 (escluse spese di spedizione) e può essere richiesta a: mail@mediterraneoblu.com

 

Torna indietro