Dare a Maradona quel che è di Maradona e a S. Paolo quello che è di S. Paolo

Nicola Magliulo

Tempi di scelte capitali tra nomi nei Campi flegrei: Bacoli o Cuma, S.Paolo o Maradona
Corro a leggere l’intervista di Mons. Padoin pensando che forse si opponga al nome dello stadio anche per la parabola personale di Diego. E invece le motivazioni sono tutte centrate sull’attacco alla memoria storica e alla tradizione che la sostituzione del nome dello stadio produrrebbe come conseguenza…. Si cancellerebbe in questo modo uno dei simboli che testimoniano dell’evento del passaggio di S. Paolo nella nostra zona.
Io che ricordo il periodo di Maradona perché per molti anni da incompetente estasiato l’ho seguito alla stadio, e che insieme da anni studio anche testi paolini e la recente letteratura critica su di essi (dal S. Paolo film mancato di Pasolini, ai più recenti fondamentali studi di J.Taubes sulla teologia politica paolina o di Agamben sulla Lettera ai romani), penso con rammarico che troppe persone sappiano tutto di Maradona e poco o niente di Paolo di Tarso: e ancor più che il primo ricopra uno spazio esistenziale eccessivo rispetto al secondo nella vita delle persone.

E tuttavia credo che occorra dare a Maradona quello che è di Maradona e a S. Paolo quello che è di S.Paolo: non mi pare più tempo, ammesso e non concesso che sia mai stato giusto fare questo, di assicurare una presenza cristiana attraverso segni, nomi, simboli, sovrapposti a cose che peraltro non hanno a che vedere con la fede.
Trovai sbagliato e mi opposi, per motivi "estetici", anche all’ipotesi ventilata tempo fa di costruire un enorme statua di S. Paolo davanti al porto di Pozzuoli.
Se proprio si vuole ricordare, come sarebbe opportuno, il messaggio paolino, e non celebrare soltanto l’evento storico, non sarebbe forse il caso di organizzare una qualche iniziativa di formazione, discussione che aggiorni e renda vivo l’insegnamento paolino, passando attraverso il grande commento luterano? Sarebbe qualcosa che coinvolgerebbe credenti e non credenti, onorando la memoria di S. Paolo in modo fecondo: per il resto la Chiesa cattolica ha sempre avuto, accanto alle parrocchie, oratori dove far giocare a pallone…