CARTOLINE DAL CASTELLO DI BAIA

 

APPUNTI...

ISIS UND OSIRIS

CAMPI LUGENTES

DIONISO E LA PANTERA



 

Servizio di:
N. Magliulo
personal site

 

 

 

 

APPUNTI  PER  UNA VISITA ALLE SALE DEL MUSEO


“Ho visitato anche Pozzuoli, presso Napoli, le cui rive sono affondate, dove la nostra storia annovera uno dei più grandi intervento di ingegneria portuale, realizzato con l’aiuto della sabbia vulcanica che a contatto dell’acqua dolce o salata, si trasforma nel cemento più duro: la menzionano come una delle meraviglie di questo mondo sia Seneca, sia il conoscitore dell’architettura Vitruvio. Non lontano dal Tempio di Serapide, parzialmente sommerso e affondato in mare, a circa dieci metri di profondità, si trova quella che doveva essere la officina di uno scultore. Vicino a questi luoghi sbarcò San Paolo nel suo viaggio verso Roma. Di lì passava la via Domiziana. Quella è la zona scelta da Petronio come cornice del suo Satyricon, per la cena di Trimalcione. Partendo da Pozzuoli ho trovato un epigramma di Marziale dedicato alle matrone della non lontana località estiva di Baia (affondata e sommersa anch’essa), dove giungevano come delle Penelopi per ripartirne come delle Elene. Il molo di Pozzuoli era uno dei più famosi”.

 (Pedrag Matvejevic, Mediterraneo)