Averno - Lucrino - Monte Nuovo

Il lago d'Averno costituisce il cratere di un apparato vulcanico formatosi 3.700 anni fa all'interno di un vecchio cratere, l'Archiaverno.

Ad Est del lago vi il cono vulcanico di Monte Nuovo che si formato in seguito ad un'eruzione durata alcuni giorni (dal 29 settembre al 6 ottobre del 1538).

Il cratere di Monte Nuovo visibile con una breve escursione a piedi partendo dal campo di calcio di Arco Felice. Dal bordo craterico il panorama spazia sull'intero golfo di Pozzuoli comprese le isole di Ischia e Procida, ad ovest sul lago d'Averno, a nord sul Monte Gauro e ad est sino al Vesuvio.

Averno - Lucrino - Monte Nuovo

All'interno del cratere dell'Averno, sul lato di nord-ovest, vi l'accesso della Grotta di Cocceio che conduce a Cuma; tale grotta " perfettamente rettilinea, lunga un chilometro e larga abbastanza per farvi passare comodamente due carri affiancati", e attualmente non visitabile. A sud del lago vi la grotta della Sibilla e sul lato Est i resti del Tempio di Apollo.

La Grotta della Sibilla rappresenta ci che resta di un camminamento che in epoca romana collegava l'Averno con il lago di Lucrino.

L'Averno rappresentava un porto sicuro e protetto (Portus Julius) ed era sede della flotta romana di Ottaviano.

Home