Baia: Parco Monumentale - Ingresso -

 

Parco Monumentale

 

Indice:


Aspetti naturalistici

Informazioni per il visitatore

Come raggiungerlo

 

 

vai indietro

 

Home

 

home page

 

 

 

 

 

 

 

vai su all'indice

Baia: Parco Monumentale - Resti di Villa tardo-repubblicana -

I resti della villa tardo-repubblicana emersi dagli ultimi scavi

Il Parco Archeologico e Monumentale di Baia si estende per circa 14 ettari di "paesaggio storico", in cui si conservano imponenti resti archeologici rispettivamente del Palatium o residenza degli Imperatori romani a Baia (da Augusto ad Alessandro Severo) e di una grande villa tardo repubblicana.

Mentre la prima area archeologica, nota anche come Terme di Baia per la prevalente presenza di ambienti termali, fu scavata con continuità a partire dagli anni trenta e da tempo è aperta al pubblico, nell'area del Parco Monumentale solo in anni recenti è ripresa l'indagine archeologica ed è stato predisposto un percorso di visita e di collegamento con il Parco Archeologico.

Una convenzione stipulata nel 1996 con il WWF Italia - Sezione Flegrea assicura la tutela della flora e della fauna presente in quest'area.


ASPETTI NATURALISTICI

L’ area naturalistica del Parco Monumentale di Baia è  suddivisa in quattro parti: la prima è formata da sentieri con prevalenza di piante ornamentali trapiantate disposte a siepi e a filari, tra le quali, il pittosporo, il cipresso, l’oleandro, l’eucalipto, l’agave; la seconda è formata da un boschetto di pini marittimi e domestici anch’essi trapiantati; la terza è formata da una vasta area di vegetazione spontanea a macchia mediterranea che si estende attraverso un sentiero, lungo 800 metri, sul versante orientale del Parco, a ridosso dell’area portuale di Baia; la quarta è formata da alberi da frutta, e sono  il limone, il mandarino, l’arancio, il melograno, il fico, il pruno. Nel complesso sono state censite, attualmente, 81 piante.

Baia: Parco Monumentale - Indagine di scavo -

Un esempio delle indagini di scavo

All’interno di questi ambienti vivono numerosi uccelli, tra stanziali e migratori, alcuni esemplari di mammiferi e  di rettili. Per quanto riguarda l’avifauna sono stati avvistati complessivamente 37 specie di uccelli, tra quelli stanziali vi sono infatti: il gheppio, la civetta, la ballerina bianca, lo scricciolo, il merlo, l’usignolo di fiume, il beccamoschino, l’occhiocotto, ecc.; mentre tra i migratori: il torcicollo, l’upupa, l’averla capirossa, la poiana, il cuculo, il gruccione, ecc.

A causa della presenza di alcune case coloniche all’interno del Parco, il numero dei mammiferi risulta essere abbastanza esiguo. Infatti, essi sono presenti solo con pochi esemplari di volpe, donnola, riccio, talpa e topi. Tra i rettili sono presenti il biacco, la lucertola e il geco.

Per far conoscere meglio questo patrimonio naturale dei Campi Flegrei, sono stati presentati due corsi monografici: LE PIANTE DEGLI DEI e IL PARCO REGIONALE DEI CAMPI FLEGREI.

Francesco Scarpato


Informazioni per il visitatore

 

 

 

 

vai su all'indice

Parco Monumentale:

Aperto tutti i giorni dalle ore 09.00 fino ad un'ora prima del tramonto.

Telefono 0815233797.

Ingresso gratuito.

Visite guidate a cura della sezione flegrea del WWF telefono 081 8535707 - 0338 8361546.

E' permesso l'ingresso agli animali domestici, purché messi in condizioni di assoluta sicurezza per l'incolumità del personale addetto, per gli altri visitatori e per le strutture archeologiche in genere (utilizzo di museruola e guinzaglio).

Il servizio di guida è disponibile solo su richiesta. Fai click su GUIDA per prenotare una visita guidata o richiedere informazioni riguardanti il percorso guidato.

E' possibile scattare foto o effettuare riprese tranne a scopo commerciale.

Si invita il visitatore a tenere un comportamento rispettoso per l'ambiente e per le opere presenti all'interno del Parco. I trasgressori saranno puniti secondo la legge in vigore.

Può essere pericoloso avventurarsi in percorsi non autorizzati.


 vai su all'indice

Collegamento col Parco Archeologico (Terme Romane):

E' possibile accedere al Parco Archeologico (Terme Romane) da quello Monumentale, seguendo un sentiero che inizia dall'esedra del Parco Monumentale e scende lungo la collina fino al settore di Venere delle Terme. Durante la discesa e dal Parco Monumentale è possibile ammirare anche uno stupendo panorama, i crateri dei Fondi di Baia, il Castello, il golfo. Il sentiero presenta difficoltà normale di discesa percorribile anche dai bambini ma sotto stretto controllo dei genitori.

AVVISO! Chi vuole continuare la visita al Parco Archeologico deve premunirsi anzitempo del biglietto d'ingresso presso la biglietteria del Parco Archeologico.

L'accesso al sentiero  per visite collettive è consentito su richiesta al Funzionario Responsabile dell'Ufficio Scavi Baia, oppure clicca QUI.


Come raggiungere il Parco Monumentale

 

 

 

 

 

 

 

vai su all'indice

Viabilità:

da Napoli (autostrade)

Imboccare Tangenziale di Napoli verso Pozzuoli. Uscita n. 14 Pozzuoli - Arco Felice. Seguire indicazioni per Napoli-Pozzuoli, Baia e Bacoli percorrendo prima via Licola-Patria, poi via Miliscola (costeggiando il lago Lucrino). Proseguimento per via Montegrillo (Comune di Bacoli) fino al bivio da cui svoltare a destra e proseguire per via Baia-Fusaro costeggiando a sinistra l'ingresso delle Terme e proseguendo lungo il normale senso di marcia si arriva all'incrocio (dove è visibile anche il Colombario) da cui svoltare a sinistra e dopo pochi metri, avendo già superato una confluenza da destra, si arriva all'ultimo incrocio da cui svoltare a destra. Proseguire in salita per via Bellavista fino all'ingresso del Parco Monumentale. Parcheggio esterno non custodito lungo la strada di via Bellavista.

da Napoli (centro - stazione centrale di piazza Garibaldi)

Direzione Porto - Piazza Municipio. Proseguire per Mergellina e Fuorigrotta. Qui c'è la possibilità di imboccare la Tangenziale direzione Pozzuoli, oppure proseguire per la via Domiziana fino ad oltrepassare il centro di Pozzuoli (direzione Roma - via Domiziana). Seguire indicazioni per Baia e Bacoli percorrendo prima via Licola-Patria, poi via Miliscola (costeggiando il lago Lucrino). Proseguimento per via Montegrillo (Comune di Bacoli) fino al bivio da cui svoltare a destra e proseguire per via Baia-Fusaro costeggiando a sinistra l'ingresso delle Terme e proseguendo lungo il normale senso di marcia si arriva all'incrocio (dove è visibile anche il Colombario) da cui svoltare a sinistra e dopo pochi metri, avendo già superato una confluenza da destra, si arriva all'ultimo incrocio da cui svoltare a destra. Proseguire in salita per via Bellavista fino all'ingresso del Parco Monumentale. Parcheggio esterno non custodito lungo la strada di via Bellavista.

da Roma a Napoli - via Domiziana   

Proseguire per Baia Domizia, Mondragone, Castel Volturno. Poi percorrere la strada a scorrimento veloce variante SS. n° 7 Quater che immette sulla Tangenziale di Napoli (Uscita Pozzuoli - Arco Felice), oppure percorrere la via Domiziana (SS. n° 7 Quater). Seguire indicazioni per Napoli, Pozzuoli, Baia e Bacoli percorrendo prima via Licola-Patria, poi via Miliscola (costeggiando il lago Lucrino). Proseguimento per via Montegrillo (Comune di Bacoli) fino al bivio da cui svoltare a destra e proseguire per via Baia-Fusaro costeggiando a sinistra l'ingresso delle Terme e proseguendo lungo il normale senso di marcia si arriva all'incrocio (dove è visibile anche il Colombario) da cui svoltare a sinistra e dopo pochi metri, avendo già superato una confluenza da destra, si arriva all'ultimo incrocio da cui svoltare a destra. Proseguire in salita per via Bellavista fino all'ingresso del Parco Monumentale. Parcheggio esterno non custodito lungo la strada di via Bellavista.


  Ferrovia:

da Napoli (stazione centrale di piazza Garibaldi)

Metropolitana direzione Pozzuoli. Fermata Napoli-Montesanto. Raggiungere (100mt. circa) la stazione della Ferrovia Cumana. Linea Napoli-Torregaveta. Fermata Baia. Raggiungere direttamente l'ingresso del Parco Monumentale passando prima per le Terme che distano circa 50mt. dalla stazione (utilizzare le scale che partono dalla piazza De Gasperi), poi a piedi fino al Parco Monumentale percorrendo la via Bellavista.

Viaggio stimato: 70' circa


 

 

 vai su all'indice

Autobus:

da Napoli (stazione centrale di piazza Garibaldi)

Linee autobus SEPSA. Percorso Napoli-Torregaveta linea Baia. Fermata Baia di fronte stazione della Ferrovia Cumana. Raggiungere direttamente l'ingresso del Parco Monumentale passando prima per le Terme che distano circa 50mt. dalla stazione (utilizzare le scale che partono dalla piazza De Gasperi), poi a piedi fino al Parco Monumentale percorrendo la via Bellavista.

Viaggio stimato: 70' circa