Il Lago Fusaro


Indice:


Storia e archeologia

Come raggiungerlo

La casina Vanvitelliana

 

vai indietro

 

i Campi Flegrei

 

 

home page

 

 

 

vai su all'indice

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 vai su all'indice

Situato a Nord di Napoli, nel territorio del comune di Bacoli, il lago Fusaro è stato il più delle volte classificato dai geografi come lago di barra marina.

Campi Flegrei - Baia: Il Lago Fusaro

Il lago Fusaro

Una sottile fascia costiera separa il lago dal mare formando un eccezionale ecosistema di enorme interesse ambientale in cui è visibile la tipica duna litoranea, composta da una variegata vegetazione spontanea, la cosiddetta macchia mediterranea.

Campi Flegrei - Baia: Lago Fusaro - La fascia costiera che separa il lago dal mare.

La striscia di terra che separa il lago Fusaro (a destra) dal mare. Sullo sfondo il promontorio del monte di Cuma

Lungo la fascia costiera e nella parte interna fino alle falde del monte di Cuma è facile incontrare: lo zigolo, la camomilla, il rosmarino, il leccio, il corbezzolo, il lentisco, l’alanterno, il ginepro, il tamaro, il pungitopo e il fico degli ottentotti.

La laguna salmastra del Fusaro (conosciuta fin dal III sec. a.C. come Acherusia Palus) grazie alla presenza di sorgenti d’acqua dolce, per decenni ha potuto proporre al mondo, ostriche di qualità superiore.

Ostrichina.jpg (8370 byte)

La cosiddetta Ostrichina

Agli inizi del nostro secolo, il lago Fusaro e le strutture annesse: la Real Casina, la cosiddetta Ostrichina, il Gran Restaurant, i Padiglioni (stalloni) e il verde Parco, facevano tutti parte di un’unica enorme azienda capace di fornire pane e lavoro a centinaia di persone.

Turisti provenienti da tutto il mondo, potevano pranzare al Gran Restaurant al prezzo fisso di 5 lire. C’erano sale da ballo e “di bigliardi”, si potevano fare battute di pesca o passeggiate in barca nel lago o dedicarsi al tiro a segno col colombo (tiro al piccione).

L'incantevole scenario della Casina Vanvitelliana

Casina_esterno2.jpg (8638 byte)

Addirittura per immortalare momenti belli e forse irripetibili, al Fusaro si stabilì una succursale dello “stabilimento fotografico”: La Jone Pompeiana. Il governo d’allora, grazie a tutto questo, e soprattutto allo Stabilimento Ostreario, premiò con medaglia d’oro i curatori del Centro.

Attualmente, dopo un lungo periodo di stasi, sono riprese nel lago sia la piscicoltura che la coltivazione delle famose cozze del Fusaro.

Ciro AMOROSO

Per saperne di più: sito ufficiale del lago Fusaro

AVVISO ALLE SCOLARESCHE

Servizio guida alle scuole che ne faranno richiesta al n. 3494974183


Come raggiungerlo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

vai su all'indice

Viabilità:

da Napoli (autostrade)

Imboccare Tangenziale di Napoli verso Pozzuoli. Uscita n. 14 Pozzuoli - Arco Felice. Seguire indicazioni per Napoli-Pozzuoli, Baia e Bacoli percorrendo prima via Licola-Patria, poi via Miliscola (costeggiando il lago Lucrino). Proseguimento per via Montegrillo (Comune di Bacoli) fino al bivio da cui svoltare a destra e proseguire per la via Baia-Fusaro che costeggia l'ingresso del Parco Archeologico (Terme Romane). Percorrere, continuando, la strada prov. Fusaro che costeggia il Colombario fino all'incrocio terminale dove è presente l'ingresso del Parco Fusaro e della Casina Vanvitelliana. Area esterna di parcheggio non custodito presente sulla destra a pochi metri dall'ingresso del Parco.

da Napoli (centro - stazione centrale di piazza Garibaldi)

Direzione Porto - Piazza Municipio. Proseguire per Mergellina e Fuorigrotta. Qui c'è la possibilità di imboccare la Tangenziale direzione Pozzuoli, oppure proseguire per la via Domiziana fino ad oltrepassare il centro di Pozzuoli (direzione Roma - via Domiziana). Seguire indicazioni per Baia e Bacoli percorrendo prima via Licola-Patria, poi via Miliscola (costeggiando il lago Lucrino). Proseguimento per via Montegrillo (Comune di Bacoli) fino al bivio da cui svoltare a destra e proseguire per la via Baia-Fusaro che costeggia l'ingresso del Parco Archeologico (Terme Romane). Percorrere, continuando, la strada prov. Fusaro che costeggia il Colombario fino all'incrocio terminale dove è presente l'ingresso del Parco Fusaro e della Casina Vanvitelliana. Area esterna di parcheggio non custodito presente sulla destra a pochi metri dall'ingresso del Parco.

da Roma a Napoli - via Domiziana   

Proseguire per Baia Domizia, Mondragone, Castel Volturno. Poi percorrere la strada a scorrimento veloce variante SS. n° 7 Quater che immette sulla Tangenziale di Napoli (Uscita Pozzuoli - Arco Felice), oppure percorrere la via Domiziana (SS. n° 7 Quater). Seguire indicazioni per Napoli, Pozzuoli, Baia e Bacoli percorrendo prima via Licola-Patria, poi via Miliscola (costeggiando il lago Lucrino). Proseguimento per via Montegrillo (Comune di Bacoli) fino al bivio da cui svoltare a destra e proseguire per la via Baia-Fusaro che costeggia l'ingresso del Parco Archeologico (Terme Romane). Percorrere, continuando, la strada prov. Fusaro che costeggia il Colombario fino all'incrocio terminale dove è presente l'ingresso del Parco Fusaro e della Casina Vanvitelliana. Area esterna di parcheggio non custodito presente sulla destra a pochi metri dall'ingresso del Parco.


Ferrovia:

da Napoli (stazione centrale di piazza Garibaldi)

Metropolitana direzione Pozzuoli. Fermata Napoli-Montesanto. Raggiungere (100mt. circa) la stazione della Ferrovia Cumana. Linea Napoli-Torregaveta. Fermata Baia. Proseguimento in autobus per Torregaveta, fermata Fusaro. Distanza da Baia all'ingresso del Parco Fusaro e della Casina Reale circa 1 Km.

Viaggio stimato: 70' circa


Autobus:

da Napoli (stazione centrale di piazza Garibaldi)

Linee autobus SEPSA. Percorso Napoli-Torregaveta linea Fusaro. Fermata Fusaro.

Viaggio stimato: 60' circa